Biocity per l' Antica Trasversale Sicula

  • Restauro archeo naturalistico
  • Ricerca 
  • Alberi monumentali
Gli interventi di ingegneria naturalistica nel Parco Archeologico di Cava d’Ispica, MODICA (Ragusa), hanno portato alla realizzazione di un "muro a secco rinforzato" con tecniche di tradizione locale, la  messa a dimora di 16 differenti specie vegetali originarie del paesaggio antico e la piantagione di specie arboree per la valorizzazione del contesto archeologico e naturalistico.
Dal lavoro realizzato nasce l'idea di promuovere un cammino in sette tappe che partendo da Camarina e seguendo l' Antica Trasversale Sicula nel territorio di Ragusa, raggiunta la città di Comiso, continui verso sud est per concludersi ad Ispica.
Biocity Engineering, in qualità di tester volontario del progetto LIFE The Green LinkRestore desertified areas with an innovative tree growing method across the Mediterranean border to increase resilience,  ha realizzato la messa a dimora di sessantaquattro piante lungo l' Antica Trasversale Sicula attraverso la sperimentazione di un metodo innovativo (Cocoon) per il ripristino delle aree desertificate.
L'impegno di Biocity ha portato al riconoscimento di ben sette alberi monumentali, di cui sei iscritti all' Elenco Nazionale del Ministero e uno iscritto nell'Elenco Regionale Siciliano, e alla segnalazione di quattro ginepri ed un ulivo nei pressi dell'area archeologica di Camarina e di un complesso di diciassette ciliegi ad Erice, lungo l' Antica Trasversale Sicula.
In prossimità della città di Enna è  possibile incontrare il cipresso di via Pergusina, piantato oltre 130 anni fa e testimone di un’antica dimora e di un opificio  per  la  calce.