Applicazioni Tecnosuoli 

 
 

23 Novembre 2018, Madrid

I tecnosuoli hanno moltissimi ambiti di applicazione ed essendo il risultato di diverse componenti, possono essere realizzati in base alle esigenze locali specifiche di intervento. Questo garantisce un apporto di suolo, a costi contenuti, per opere di ingegneria naturalistica (SWB) e per la manutenzione. Differenti sono stati i siti di applicazione dei tecnosuoli, che hanno dato in tutti  i casi dei risultati ottimali e in tempi contenuti.

 
 
 
 
Parco della salute a Palermo

 

Il progetto ha previsto il ripristino della scogliera del Parco della salute, impiegando materiali di recupero e tecnosuoli, e l'impiego di specie autoctone contestuali all'area di messa a dimora. In particolare gli interventi progettuali sono stati:

1. Raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti con recupero delle “basole” stradali abbandonate;
2. Messa in opera, a strati nelle fosse intercluse tra i massi ciclopici, di cuscini organici in stuoie in juta riempiti con scarti di vegetazione cippati e stabilizzati (FOS vegetale);
3. Ricoprimento con uno strato di terreno (o, in alcune aree, di sabbia a seconda delle esigenze vegetazionali);
4. Consolidamento con messa a dimora di specie arbustive alofite nello strato immediatamente a valle del piano di campagna superiore;
5. Messa a dimora di specie erbacee e di piccolissime arbustive nello strato sottostante con l’obiettivo di ricostituire una vegetazione del tipo Chritmo-Limonieto;
6. Camminamento nel tratto messo in sicurezza agevolato con “passi” in basole, già recuperate nella prima fase;
7. Eventuale conversione dell’area in Orto Botanico didattico delle specie marine;
8. Fertilizzazione mediante vermicompost certificato.

Per avviare il ripristino dell’area è stata effettuata, preliminarmente ad opera di volontari e scolaresche in data 31/10/2019, una raccolta e rimozione dei rifiuti depositati nella scogliera. Sono seguite poi due giornate di manutenzione e monitoraggio e un cantiere didattico gratuito di manutenzione e  monitoraggio a cura della Sezione Interregionale AIPIN Sicilia Calabria, partner del Parco, in data 26 febbraio 2020

 

 

 

 

Immagine8.png
Certificado Gianluigi Pirrera-award_01.j
Logo2020.png